Sezione di Conservazione (Fondi antichi e collezioni specializzate)

Conserva e valorizza le raccolte storiche e specializzate della Berio.
Dà in consultazione i manoscritti e le edizioni antiche (dal XV al XIX secolo), le collezioni specializzate (Colombiana, Dantesca, ecc.), le edizioni rare e di pregio (collocazione: Rari e FondoXX), gli opuscoli miscellanei (collocazione: Misc. e Misc.Gen.), i repertori e gli strumenti per studi e ricerche nell’ambito della storia del libro (collocazione: m.r.Cons).
La sala di lettura Fondi Antichi si trova al 5. piano della biblioteca (B5). Oltre al materiale afferente alla Sezione, nella sala possono essere consultati tutti i libri della Biblioteca Berio (con orario più ampio rispetto alle collezioni antiche), nonché (su prenotazione presso l'istituzione proprietaria) materiali dell'Archivio dei Movimenti, dell'Istituto Mazziniano e del Fondo Oberti dell'Accademia Ligustica di Belle Arti.


Servizi
  • consulenza bibliografica specializzata e distribuzione volumi da magazzino
  • cataloghi
  • sala di lettura
  • fornitura di riproduzioni di originali antichi
  • prestito

Materiali
  • manoscritti, edizioni antiche, microfilm, file digitali e collezioni specializzate

Molti dei testi antichi e manoscritti della biblioteca sono disponibili in rete nella Biblioteca Digitale Ligure e nelle biblioteche digitali internazionali e-corpus e Internet Archive.
Nel catalogo on line della biblioteca è presente il link all'edizione digitale.



La Sezione di Conservazione custodisce, gestisce e mette a disposizione del pubblico nella Sala di lettura B5 (al quinto piano) un patrimonio librario antico di grande interesse. Ne fanno parte preziosi codici miniati, documenti su pergamena, atlanti, volumi manoscritti dal Medioevo all’Ottocento soprattutto di storia locale, tra cui importanti esemplari dei capitoli delle “Arti”, autografi, carteggi e libri a stampa antichi sui più vari argomenti sia storico-letterari che scientifici.



ATTIVITÀ DI VALORIZZAZIONE

La Sezione di Conservazione organizza mostre ed eventi diretti a far conoscere al vasto pubblico il prezioso patrimonio culturale della biblioteca.
Tra le mostre che hanno permesso di venire a contatto diretto con alcuni dei "tesori" conservati in Biblioteca si segnalano: "Comunicare la scoperta" (2006), "Racconti della Terra" (2007), "Un libro è per sempre" (2008) ecc.
Alcuni cataloghi consultabili online
 

Nel settembre 2016 in occasione del Colloquium internazionale della ASSOCIATION INTERNATIONALE DE BIBLIOPHILIE sono stati esposti nella Sala dei Chierici di alcuni dei testi più importanti della Biblioteca: https://ita.calameo.com/read/003397477dd371fedb540


ATTIVITÀ DIDATTICA
La Sezione di Conservazione organizza conferenze relative alla storia del libro, della stampa e dell’illustrazione libraria, visite guidate e attività didattiche per le scuole di ogni ordine e grado (file pdf 839 kb).

FONDI ANTICHI DI PARTICOLARE INTERESSE
Fondo Berio
È il nucleo originario della Biblioteca ed è costituito da circa 6.000 volumi dal XV al XVIII sec. appartenuti all’abate Giuseppe Carlo Vespasiano Berio (1713-1794), che aveva aperto al pubblico la sua biblioteca privata.
Il catalogo del Fondo Berio nel portale "Biblioteche dei filosofi"
Fondo Canevari
Comprende circa 2.000 volumi di argomento medico, filosofico e scientifico, raccolti dal medico genovese Demetrio Canevari (1559-1625).
Catalogo del Fondo Demetrio Canevari della Biblioteca civica Berio di Genova / a cura di Rodolfo Savelli
Fondo Brignole Sale
Pervenuto alla Berio nel 1983, è costituito da volumi manoscritti e a stampa (XV-XIX sec.) appartenuti alla famiglia patrizia genovese Brignole Sale e donati al Comune di Genova dalla Duchessa di Galliera nel 1874.
Fondo Torre
Raccoglie preziose rarità bibliografiche, soprattutto del XV-XVI sec., donate nell’anno 1900 da Giuseppe Torre, raffinato collezionista di libri antichi.
Le curiosità del Fondo Torre : catalogo delle edizioni e dei manoscritti del Fondo Torre / Moira Minafro
 
COLLEZIONI SPECIALIZZATE
Raccolta Dantesca
Comprende quasi tutte le edizioni delle opere di Dante Alighieri dal XV al XIX sec., molte di quelle del XX sec. e saggi di critica dantesca, in gran parte provenienti dalla collezione del bibliofilo scozzese Evan Mackenzie, proprietario del famoso castello costruito da Gino Coppedè sulle alture dietro piazza Manin.
Catalogo storico della collezione Mackenzie
Raccolta Colombiana
È costituita da circa 2.000 volumi ed opuscoli relativi a Cristoforo Colombo e alla scoperta dell’America dal XVI sec. a oggi. Ne fa parte la Biblioteca Colombiana donata da Paolo Emilio Taviani nell’anno 2000, che comprende molti libri pubblicati nel Centro e Sud America.
 
COME RICERCARE UN “FONDO ANTICO”
I libri antichi a stampa del XVII-XIX secolo sono stati in gran parte inseriti nel catalogo on line. Se un edizione a stampa non è presente nel catalogo on line è possibile approfondire la ricerca nel catalogo cartaceo generale al piano terra (B0) e nei cataloghi cartacei specializzati a disposizione in sala di lettura (B5). Per i manoscritti e le edizioni del XV e XVI sec. è indispensabile effettuare la ricerca anche nei cataloghi cartacei.
Quando la sala di lettura è aperta, i cataloghi possono sempre essere consultati, anche se il servizio della Sezione di Conservazione (consultazione manoscritti e collezioni antiche e specializzate) è chiuso.
 
COME CONSULTARE UN “FONDO ANTICO”
I manoscritti e le edizioni antiche dal XV al XVIII sec. possono essere consultati esclusivamente presso la Sezione di Conservazione, Sala di lettura B5 (al quinto piano), previa richiesta al banco, negli orari di apertura della sala, e non possono essere concessi in prestito. Il materiale antico di norma viene dato in lettura in riproduzione (su microfilm o in file digitale) quando questa è disponibile.
 
COME FOTOGRAFARE IL MATERIALE LIBRARIO
Su autorizzazione del Responsabile della Sezione di Conservazione, previa prenotazione e rispettando le indicazioni fornite dagli addetti, gli utenti possono fotografare volumi antichi a stampa e manoscritti. Il servizio è gratuito.
 
OPERE DI CONSULTAZIONE
Nella Sala di lettura della Sezione di Conservazione sono a libero accesso, ordinati per materia, repertori bibliografici, cataloghi di biblioteche, monografie, periodici sui seguenti argomenti: storia del libro, della stampa, della miniatura e dell’illustrazione libraria, catalogazione del libro antico, conservazione e restauro del materiale librario e documentario.
Le opere di consultazione sono presenti nel catalogo on line. I volumi di consultazione, ad esclusione di repertori, cataloghi di biblioteche, opere enciclopediche, dizionari e periodici, possono essere dati in prestito agli utenti iscritti al prestito presso una delle biblioteche del Sistema Bibliotecario Urbano.
Quando la sala di lettura è aperta, i libri a scaffale aperto possono  sempre essere consultati e presi in prestito, anche se il servizio della Sezione di Conservazione (consultazione manoscritti e collezioni antiche e specializzate) è chiuso.
 
SERVIZIO DI CONSULTAZIONE DI RIPRODUZIONI SU MICROFILM E FILE DIGITALI
La Sezione di Conservazione mette a disposizione del pubblico microfilm e file digitali di opere antiche manoscritte e a stampa. 
Il servizio di riproduzione digitale è disponibile su prenotazione. Il costo per la fornitura di immagini digitali è pari a 0,50 euro a immagine con pagamento in Biblioteca; sono previsti forfait a partire da 6,93 euro per pagamenti a distanza.